Category: Career Help

Coaching: cos’è e perché è fondamentale

Le sfide del lavoro si possono superare attraverso il supporto di un coach professionista. Il coaching è infatti un metodo che da una parte sviluppa le potenzialità dei dipendenti dall’altra migliora i risultati delle aziende. Flaminia Fazi descrive come funziona nella pratica, in occasione del Forum delle Risorse Umane, a Roma.

Accenture parla alla ESCP di Fast Innovation nell’Automotive

Caratteristiche tecniche e personali richieste a un professionista per diventare consulente in questo settore, presentazione del Product Life Cycle Management e del perché rappresenta un acceleratore del ciclo di produzione di un’azienda: questi i temi principali trattati da Arboletti nella conferenza Economy 21st di Torino.

Diventa regista della tua razionalità

L’emozioni regolano e influenzano il proprio comportamento. Per questo bisogna essere in grado di interpretare con la razionalità il ruolo giusto e adatto alla situazione. Emanuela Truzzi, esperta di coaching e formazione, spiega cosa significa essere regista della propria razionalità e come le figure professionali possono applicare questi principi nell’ambiente di lavoro.

ESCP Europe Torino: il Colloquio di successo secondo McKinsey

Il Campus di Torino della ESCP Europe ha ospitato l’evento Consulting Interviews, una conferenza dedicata al tema dei colloqui di selezione in cui i referenti della McKinsey & Co. hanno raccontato l’iter di selezione e il percorso di carriera nella loro azienda e hanno simulato con i partecipanti un problem solving test.

Gestire le emozioni sul lavoro

E’ fondamentale imparare a esprimersi in modo corretto sul lavoro, controllando le proprie emozioni. Emanuela Truzzi, esperta di coaching e formazione, descrive come gestire l’autocontrollo e consiglia quali figure professionali dovrebbero apprendere le tecniche per gestire al meglio le proprie emozioni.

Engagement: cos’è e perché è importante

Coinvolgere i dipendenti nel proprio lavoro, così da tirar fuori il meglio delle loro capacità, energie e passioni. L’obiettivo è raggiungere il massimo del risultato non solo per il lavoratore, manche per l’azienda. In sintesi, questo è l’engagement. Laura Lega del Ministero dell’Interno e Stefano Carlin di TNS Italia raccontano come applicano questo metodo di gestione del personale, al Forum delle Risorse Umane, di Roma.

Nuove forme di reclutamento

Stanno prendendo piede nuove forme di comunicazione al servizio delle aziende e dei candidati. L’obiettivo è favorire il più possibile l’incontro fra domanda e offerta di lavoro. In questo contesto, i social network hanno favorito forme di reclutamento originali e innovattivi. Silvia Zanella e Lorenzo Biffi, manager di Adecco Italia spiegano come sono cambiati i metodi di ricerca e selezione, con un’analisi sull’azienda General Motors.

Iniziative pratiche per il work life balance

Miglioramento del rapporto tra azienda e dipendenti, maggiore motivazione e concentrazione, responsabilità e crescita personale. Questi sono i vantaggi di attuare strtegie di work-life balance, ovvero l’equilibrio tra il lavoro e la propria vita privata. I dirigenti Laurance Duretz di Psya Italia, Paolo Cerino di Sace e Marco Scippa di Elica raccontano l’esperienza nelle loro aziende, in occasione del Forum delle Risorse Umane, a Roma.

Diversity management è un valore aggiunto

Il Diversity management è una politica di gestione aziendale. L’obiettivo è ottenere benefici dalla valorizzazione delle differenze di ciascun dipendente per genere, età, cultura. Di fatto, si tratta di organizzare forme di lavoro flessibile, corsi di formazione, assunzione di disabili, ecc. I dirigenti Paolo Cerino e Janina Kugel portano l’esempio di Sace e Siemens al Forum delle Risorse Umane, a Roma.